La lezione di Fillon per il centrodestra italiano

francois_fillon_1

Per il variegato universo delle coalizioni di centrodestra presenti in Europa la vittoria di François Fillon alle elezioni primarie in Francia è una notizia da tenere in grande considerazione, una ottima notizia se vista dalla parte più al centro di tali schieramenti. Fillon è un francese dallo spiccato charme, 62 anni, cattolico, una famiglia numerosa e un passato politico di … Continue reading

Maroni, dalla Macroregione del Nord al Patto Lombardia

Roberto Maroni in una foto di archivio. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Correva l’anno 2013 quando Roberto Maroni conquistava la presidenza della Regione Lombardia a capo della solita variegata coalizione di centrodestra, ma con la bandiera della Macroregione del Nord e al grido Prima il Nord. Un vessillo politico marcatamente padano e che doveva aggregare intorno alle principali regioni settentrionali in mano leghista truppe e progetti per rinverdire una tradizione ideale a … Continue reading

Quanti centrodestra ci sono in Lombardia?

milano_skyline

Tutti fermi, o quasi, in attesa dell’esito del referendum. Almeno apparentemente non si registreranno scossoni il 5 dicembre nel centrodestra lombardo, così dicono le veline, ma in politica quello che viene predicato dal pulpito dei partiti non sempre rispecchia la realtà dei fatti che oggi è quella del fuoco che cova sotto la cenere. Il referendum di sicuro non è … Continue reading

Bossi: no alla Lega Nazionale

bossileonimaroni

La storica sede della Lega Nord di Varese nella centralissima piazza del Podestà ha compiuto trent’anni. La prima roccaforte del movimento, da dove tutto è cominciato, fu fondata da Umberto Bossi, Giuseppe Leoni e Roberto Maroni (nella foto) insieme ad altri amici alla fine di novembre del 1986. Una sede che in molti nel movimento trasformerebbero volentieri in un museo … Continue reading

La sindrome del bunker

berlusconi_renzi

Volgarmente detta la sindrome del bunker, del tramonto non somatizzato, che accomuna oggi due tra i principali protagonisti della politica degli ultimi anni: Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Nel primo caso l’artefice di questo epilogo è il diretto interessato che ha politicizzato il referendum costituzionale del 4 dicembre trasformandolo in un prendere o lasciare sulla sua leadership. Di fatto isolandosi … Continue reading

In Italia c’è bisogno dei liberali

stefano-parisi-3-2

“L’Italia ha bisogno di un governo liberale e popolare: questo è il mio mandato e me lo sono dato da solo”. Sono le testuali parole di Stefano Parisi, estrapolate da una recente intervista a TgCom24. E’ questa la verità, e fortunatamente aggiungo io, per chi crede possibile in Italia una rigenerazione non solo del centrodestra, ma della politica in generale. … Continue reading

Stefano Parisi lancia Energie per l’Italia

parisienergie22

E alla fine il metodico manager liberal popolare anticipa i tempi per evitare di finire stritolato dal tritacarne della politica politicante del centrodestra. Le polemiche degli ultimi giorni, il fuoco di sbarramento della vecchia guardia di Forza Italia e la sostanziale presa di distanza di Silvio Berlusconi hanno indotto Stefano Parisi ad anticipare l’annuncio che avrebbe con grande probabilità pronunciato … Continue reading

Come sarà Forza Italia dopo il referendum

Naples, ITALY:  Militants hold Forza Italia's flag before Italy's conservative Prime Minister Silvio Berlusconi's final election rally, 07 April 2006 in Naples, two days before Italy's general election.  AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI  (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

E’ una ipotesi volutamente al limite, tirata, quella che segue, scritta non per creare facile polemica strumentale, ma solo per stimolare un dibattito costruttivo intorno al futuro del centrodestra liberale e moderato che oggi appare troppo legato alla tattica e poco alla visione. Il 5 dicembre, un giorno dopo il referendum, il centrodestra di rito moderato e liberale rischia un brutto … Continue reading

Salvate il soldato Sala

giuseppe_sala

La prima vera uscita “politica” del sindaco civico-piddino di Milano Giuseppe Sala ha un chiaro sentore di destra. Più esercito a Milano, per le strade e nei quartieri dove la sicurezza reale e percepita è compromessa. La coincidenza non casuale con il ferimento, successivamente rivelatosi mortale, del sudamericano in piazzale Loreto e il tour del presidente della Camera Laura Boldrini … Continue reading

Il sogno impossibile dei Trump di casa nostra

salvinifirenze

Le elezioni americane hanno di fatto aperto la campagna elettorale in Italia. Non quella per il referendum costituzionale del 4 dicembre, ma quella per le elezioni politiche prossime venture. Che restano ovviamente sullo sfondo, oggi la battaglia è sulla leadership degli schieramenti. Per il centrodestra, ammesso che si voglia ancora pensare ad una coalizione di questo tipo, la stura sono … Continue reading